AIVITER Home page
 

 

Iniziative dell'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo


Canale web tv di Aiviter
il Canale video dedicato alle vittime del terrorismo: documentari, video-clip, interviste

 

Comunicati

Verità per Giulio REGENI

CAIRO (Egitto), 3 febbraio 2016

Grande sgomento ha suscitato nell’intero Paese la morte del giovane ricercatore Giulio Regeni, il cui corpo privo di vita è stato ritrovato al Cairo il 3 febbraio 2016. Venuti a conoscenza con raccapriccio delle atroci torture cui è stato sottoposto, siamo profondamente sdegnati per le ricostruzioni inverosimili ed i tentativi di depistaggio delle indagini, effettuati, ai limiti del grottesco, dalle Istituzioni Egiziane.

Sul caso Regeni “c’è un vergognoso silenzio da parte della Francia, il cui Presidente Francois Hollande, lunedì 18 aprile 2016 si è recato al Cairo per firmare un accordo per forniture militare da 1,1 miliardi di dollari”. Lo ha denunciato senza perifrasi il New York Times, in un editoriale in cui sottolinea come il “ muro di bugie e di depistaggi” delle autorità egiziane “abbiano costretto l’Italia a riconsiderare le sue relazioni con l’Egitto” ed ha proseguito. “E’ arrivato il momento che anche le altre democrazie occidentali riconsiderino le loro”.

L’antico detto “pecunia non olet” (Il denaro non ha odore) dimostra, purtroppo, una sua valenza generalizzata e, per onestà, non possiamo dimenticare altre tristi situazioni, in cui i nostri governanti del passato non agirono con la fermezza dell’attuale , subendo, forse, un condizionamento dettato da interessi economici.

La determinazione, mostrata oggi dall’Italia nei confronti dell’Egitto sul caso Regeni, non fu altrettanto palpabile in due gravi circostanze, che si citano a titolo di esempio: la negata estradizione in Italia del pluriomicida terrorista Cesare Battisti da parte dell’ex Presidente brasiliano Lula e il caso, ancora ad oggi non del tutto risolto dei nostri due fucilieri in India.

Condividiamo totalmente le parole dl nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha dichiarato di assumere l’onere istituzionale di fare giustizia sulla morte di Giulio Regeni nel suo recentissimo messaggio di auguri all’apertura del Meeting Nazionale delle Scuole per la Pace, ad Assisi.

E ci riconosciamo pienamente nel suo appello al riconoscimento di quei valori autentici “che ci sollecitano a rompere l’involucro della indifferenza”, alla “cooperazione tra i popoli per la tutela dei diritti fondamentali, della giustizia”.

Siamo vicini alla famiglia Regeni nel suo dolore e quell’anelito alla “verità e giustizia”, che è anche uno dei cardini della nostra Associazione.

Lo dobbiamo a Giulio, alla sua famiglia e al nostro Paese.

Torino, 20 aprile 2016

AIVITER

 

SEZIONI
Storia e presentazione dell'Associazione Storia e presentazione dell'Associazione / Our Association history Memorie e schede delle vittime Memorie e schede delle vittime / Italian victims of terrorism data base
Archivio dei documenti dell'Associazione Archivio dei documenti, foto, didattica e link
/ Archives, didactics and links
Iniziative ed eventi dell'Associazione Iniziative, eventi e comunicati stampa
/ Events and press
Torna in alto - Sponsor dell'Associazione / Our sponsor -  Home page
Partner of the European Network of Victims of the Terrorism (NAVT), partner del Radicalisation Awareness Network (RAN), partecipant of the Global Counterterrorism Forum (GCTF) and Member of International Alliance Against Terrorism (IAAT)

Creative Commons License
Sito internet AIVITER by Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.vittimeterrorismo.it.