AIVITER Home page
 

 

Iniziative dell'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo, eventi e rassegna stampa/ Events and press


 

IN PRIMO PIANO

Firma la petizione
"NO AL TERRORISMO"

Firma la petizione lanciata a Parigi il 23 novembre 2008 in occasione della Conferenza Internazionale "Il terrorismo contro i Diritti umani universali" nel quadro delle celebrazioni del 60° anniversario della Dichiarazione universale dei Diritti dell'uomo.
(vai al programma
o lleggi l'intervento di AIVITER)


L' 11 dicembre 2008, presso il Salone della Guardia dell' Ufficio Territoriale del Governo-Prefettura di Bologna, alla presenza del Prefetto di Bologna dott. Angelo TRANFAGLIA e di altre Autorità, si è tenuta la commemorazione del Vice Questore dott. Antonio AMMATURO, Medaglia d'Oro al Valor Civile, rimasto vittima, nel capoluogo partenopeo, di un agguato terroristico delle brigate rosse, il 15 luglio 1982.
A seguire, presso la Questura di Bologna, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della ristrutturata Sala Riunioni che è stata intitolata alla memoria del dott. AMMATURO.
L'iniziativa di intitolare al dr. AMMATURO la Sala riunioni ha avuto origine dalla circostanza che la stessa è stata progettata dalla figlia del Funzionario, l'Architetto Maria Cristina AMMATURO, dipendente del Nucleo Operativo del Provveditorato alle Opere Pubbliche dell'Emilia Romagna.
La moglie della vittima del dovere ha scoperto la targa di intitolazione e Monsignor CAVINA ha proceduto alla benedizione.
E' seguita la proiezione di un breve filmato realizzato dal Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica.
I due momenti dell'iniziativa si sono svolti con grande partecipazione e commozione da parte di tutti i presenti.


Lunedì 15 dicembre alle ore 11  saranno ricordati nel 30° anniversario della morte i due agenti Salvatore Lanza e Salvatore Porceddu, con una cerimonia che si terrà presso la lapide che ricorda l’eccidio, in via Paolo Borsellino angolo corso Vittorio Emanuele II. Alla presenza di autorità civili e militari, tra cui il Questore di Torino Aldo Faraoni, verrà deposta una corona d’alloro. All’interno delle ormai ex carceri Nuove sarà poi intitolato a Lanza e Porceddu, ma anche agli altri agenti caduti sotto il fuoco terroristico Giuseppe Lo Russo e Lorenzo Cutugno, un braccio delle ex carceri.

La mostra
Anni di piombo

L E VOCI  DELLE  V I T T I M E
PER  N O N  DIMENTICARE
sarà a Torino dal 2 dicembre al 28 gennaio 2009, presso le Carceri "Nuove", Orario: 15-17 o su appuntamento telefonando al 327.8188145
(Ass. Nessun Uomo è un'isola)


La mostra
Anni di piombo

L E VOCI  DELLE  V I T T I M E
PER  N O N  DIMENTICARE
sarà a Cuneo dal 7 al 24 novembre 2008, presso la Sala D'Onore del Comune di Cuneo in via Roma 28.


Il 28 settembre ricorrerà il 30° anniversario della barbara uccisione di Piero Coggiola

La Città di Torino lo ricorderà con una cerimonia presso il Cimitero parco (campo 6 - scomparto 158 - n. 4) alle ore 10,00


Segnaliamo il Decreto del Ministero dell'Interno: "Onorificenze di Vittime del Terrorismo" del 6 maggio 2008 riportato a pag. 21 della G.U. n. 149 del 27 giugno 2008
VEDI COMUNICATO E MODULI


Anni di piombo
L E VOCI  DELLE  V I T T I M E
PER  N O N  DIMENTICARE
Inaugurazione:
Giovedì 11 settembre 2008 ore 17,00 • Palazzo Lascaris - Sala Viglione • Via Alfieri 15, Torino
Programma

Mostra promossa da AIVITER in collaborazione con il Consiglio regionale del Piemonte, in occasione della prima Giornata mondiale contro il terrorismo, promossa dalla International Alliance Against Terrorism


La nostra Associazione parteciperà ai lavori del Simposium di supporto alle vittime del terrorismo organizzato dalle Nazioni Uniti a New York il 9 settembre:
Link
Comunicato del 06/09
Vedi articolo di Mario Calabresi su La Repubblica dell'11/09


L'associazione ricorda il 29° anniversario dell'assassinio di Bartolomeo Mana, vigile urbano ucciso a Druento (To) il 13 luglio 1979


Segnaliamo la edizione n. 29 del Concorso Nazionale di Fotografia "Vittorio Bachelet". Per info


La nostra Associazione ha partecipato all'Atto Istituzionale di Omaggio e Riconoscimento alle Vittime del Terrorismo organizzato dal Governo Basco il giorno 18 maggio, nel 'Palacio Kursaal' di San Sebastian (Spagna)


 Domenica 18 maggio ore 21 i familiari delle vittime del terrorismo sono invitati a partecipare gratuitamente allo spettacolo teatrale su Aldo Moro,  presso il Teatro Caravaggio di via Borromini, 5 a Milano
Scarica il programma


MEMORIAL DAY 2008
Bari, 14 maggio 2008:
Intervento di Michele FILIPPO

Coordinatore per la Puglia – Responsabile di Area
AIVITER


9 maggio:"Giorno della memoria delle Vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice", il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, riceverà le associazioni delle Vittime presso il Palazzo del Quirinale a Roma.
La cerimonia verrà trasmessa in diretta su Rai 1 a partire dalle ore 11,00.

INTERVENTO DI GIOVANNI BERARDI AL QUIRINALE

INTERVENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA



E' uscito per le Edizioni San PAolo il libro "IL PIOMBO E IL SILENZIO
Le vittime del terrorismo in Italia (1967 – 2003)"
di Renzo Agasso e Domenico Agasso jr
“Uccisi due volte. Dal piombo, prima. Dal silenzio, poi. Sono le vittime del terrorismo
rosso e nero. 356 morti. Caduti di una guerra dichiarata da una sola parte. Rischiano di
venir ammazzati una terza volta. Dall’arroganza degli assassini e dall’oblio dei giusti.”


L'Associazione ricorda l'Avv. Fulvio Croce nel 31° anniversario della sua uccisione a Torino il 28.04.1997


Genova, 24.04.2008
Lettera aperta a Sua Eminenza Cardinale Angelo Bagnasco


Milano 20.04.2008
Il caso Sandalo: la carriera politica,  lavorativa, educativa, missionaria e santificante degli ex terroristi


Il 17, 18 e il 19 aprile si sono svolte a Trani e a Bari una serie molteplici iniziative organizzate dal Comune, dall'Università e dalla nostra Associazione, alle quali hanno partecipato: il prof. Corrado Petrocelli, Rettore dell'Università di Bari, Miche Emiliano, Sindaco di Bari, Giovanni Berardi, Presidente di AIVITER, Alberto Torreggiano, sociao AIVITER, Giovanni Fasanella, giornalista e scrittore, prof. Marcello Montanari, Docente di Storia dell'Università di Bari, Giuseppe Tarantini, Sindaco di Trani.


L’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria - Sezione Venezia - organizza una cerimonia commemorativa delle Vittime del Dovere, sabato 19 aprile 2008 alle ore 9.30
Presso chiesa di San Luca evangelista – San Marco 4042 - Venezia


Il 19 aprile alle ore 17.30, presso la chiesa S. Pietro e Paolo in Sant'Andrea Apostolo dello Jonio (CZ), avrà luogo la commemorazione del ventinovesimo anniversario della scomparsa dell'agente Andrea Campagna.
Saranno presenti i famigliari, la cittadinanza e le istituzioni con la posa al cimitero di una corona di fiori da parte del Ministero dell'Interno.


Andrea Campagna


Venerdì 11 aprile ore 8,30 in Lungo Dora Napoli 60 verrà deposta una corona della città di Torino per ricordare i trent'anni dell'omicidio di Lorenzo Cotugno.


Il luogo dell'attententato a Cutugno


Martedì 8 Marzo oer 12,00 presso la Provincia di Torino in via Maria Vittoria, Sala Marmi, terza conferenza stampa indirizzate ai candidati delle prossime elezioni politiche, per presentare le comuni istanze dell'Unione vittime per stragi e dell'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo

VENERDI’ 28 MARZO ALLE ORE 11,30 PRESSO IL COMUNE DI MILANO, PALAZZO MARINO PRESSO SALA MARRA
PIAZZA DELLA SCALA, 2
È INDETTA LA SECONDA  CONFERENZA STAMPA PER PRESENTARE LE NOSTRE COMUNI ISTANZA AI CANDIDATI DELLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE

Si è svolta a Bologna il 17 Marzo presso l' ASSOCIAZIONE 2 AGOSTO 1980, in Via Polese 22, la prima di una serie di conferenza stampa indirizzate ai candidati delle prossime elezioni politiche, per presentare le comuni istanze dell'Unione vittime per stragi e dell'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo


Nell'ambito delle manifestazione per la IV Giornata Europea delle Vittime del Terrorismo: il 14 Marzo 2008 alle ore 18,00 presentazione del libro "I silenzi degli innocenti" presso il Circolo dei Lettori di Torino in via Bogino 9: parteciperanno con l'autore, Giovanni Fasanella, il giornalista Luciano Borghesan de La Stampa e il Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte, Roberto Placido.


(06.03.08) L'Associazione ha aderito all'appello per costruire un'alleanza internazionale contro il terrorismo.
LEGGI IL TESTO


(29.02.08) Il Direttivo dell'Associazione ha approvato il nuovo logo dell'Associazione


Vittime del terrorismo, Erogazione gratuita farmaci classe C
 


22 e 23 Gennaio 2008, la nostra Associazione partecipa ai lavori del FOURTH NTERNATIONAL CONGRESS ON TERRORISM VICTIMS, che si volge a Madrid, organizzato dalla
Universidad CEU San Pablo


Convocazione Assemblea dei soci dell'Associazione: il 19.01.08 a Torino


DIRETTIVA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 27 luglio 2007.
Disposizioni in favore delle vittime del terrorismo e delle
stragi, a norma della legge 206/04

Circolari applicative di INPDAP E INPS, ottobre 2007 (con riserva di ulteriori aggiornamenti)

Nota Operativa INPADAP sull'esenzione IRPEF del  13.12.2007


 
Recensione sul Corriere della Sera del 5/12/07

 

 

Iniziative, eventi e novità

2008

20.12.2008 A PROPOSITO DEL FILM “LA PRIMA LINEA”

Sul contributo concesso dalla Commissione per la Cinematografia – Sezione per il riconoscimento dell’Interesse Culturale dei Lungometraggi  del Ministero dei Beni e le Attività Culturali per il film “La Prima Linea.”, AIVITER dichiara:
“Il soggetto del film (la liberazione dalla prigione di Rovigo della terrorista che è anche l'amata del protagonista) e la scelta di attori, beniamini dalle giovani generazioni, che possono essere erroneamente percepiti e considerati come protagonisti di un “atto eroico e romantico”, originano una situazione che può indurre ulteriori giustificazioni ad una azione che è stata semplicemente criminale e che ha comportato pure la morte del povero Furlan, malgrado le asserite intenzioni dei terroristi di non versare sangue. Intenzioni che ci sono parse assolutamente contraddittorie e grottesche in quanto l'azione prevedeva ed ha comportato comunque l'utilizzo di armi e di esplosivo.

Ciò premesso, la nostra Associazione conferma che, stante la documentazione in suo possesso e quanto emerso nel corso di una audizione a cui è stata invitata dalla Direzione Generale Cinema assieme ad altre associazioni di familiari di vittime del terrorismo alla presenza dei componenti la Commissione, del soggettista, produttore e regista della pellicola, non è in grado di esprimere un parere conclusivo sull’eventuale realizzazione del film tratto dal romanzo “Miccia corta”. Come già ricordato durante la riunione , in linea di massima l'azione di AIVITER non si è mai svolta in senso censorio preventivo di un progetto culturale che riguardasse ex terroristi, ma solo dovendo talvolta lamentare l'ospitalità e la generosità di organi e strutture ufficiali dello Stato nei loro confronti.

L'Associazione si riserva quindi di esprimere le proprie considerazioni e valutazioni alla visione del film”.

Il Presidente, Dante Notaristefano

-> Leggi comunicato del Ministero dei Beni Culturali


02.12.2008 I terroristi dell’ ETA hanno ucciso di nuovo in Spagna.

La Rete Europea delle Associazioni delle Vittime del Terrorismo esprime la sua totale condanna del terribile attentato terroristico perpetrato dalla organizzazione terroristica ETA nella città spagnola di Azpeitia (Guipúzcoa) e offre il suo sostegno e la sua solidarietà.

In questa occasione, la vittima è stata Ignacio Uria, 71 anni, ucciso dell’insensato terrorismo dell’ ETA. Il manager basco è stato colpito a  mezzogiorno circa di oggi, nei pressi di un ristorante in cui la vittima era solito pranzare.

La Rete Europea delle Associazioni delle Vittime del Terrorismo desidera sottolineare che le azioni terroristiche sono un attacco diretto ai valori europei e alle democrazie. Non ci può essere alcuna giustificazione per le azioni terroristiche di qualsiasi tipo e queste non devono essere difese e protette in nessun angolo del nostro continente.
VNET


27.11.2008 Terrore a Mumbai, almeno 100 vittime tra cui l'italiano Antonio de Lorenzo

L'associazione Italiana Vittime del Terrorismo (AIVITER) condannando il massacro perpetuato dai terroristi in India ed ancora in corso a Mumbai, esprime la sua più profonda solidarietà a tutte le vittime, ai loro familiari e a chi ancora è ostaggio. In particolare si stringe vicino ai familiari dell'italiano Antonio de Lorenzo, unica vittima italiano al momento accertata.

Il presidente, Dante Notaristefano

Vedi anche Comunicato stampa dell'Alleanza Internazionale Contro il Terrorismo (IAAT) del 28.11.08
->
Scarica il Comunicato in inglese


17 NOVEMBRE 2008 ACCOLTA L'ULTIMA INIZIATIVA DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE DA PARTE DEL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI.

Finalmente un film documentario sulle vicende delle vittime e il significato del loro sacrificio.

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Sen. Sandro Bondi, ha accolto il progetto presentato dall’Aiviter, (Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell’Eversione contro l’Ordinamento Costituzionale dello Stato), per realizzare un documentario sul periodo dal 1969 al 1980 che contrassegnò la nascita e la massima recrudescenza del terrorismo insanguinando il nostro Paese con stragi ed attentati individuali. È stato quindi affidato alla Direzione Generale per il Cinema l’articolazione e il coordinamento di un Progetto speciale che tratterà i fatti di terrorismo in Italia con particolare risalto alle vicende delle vittime ed al significato del loro sacrificio.

L’intento è quello di fare emergere una più giusta e meno sommessa definizione del ruolo e della figure delle vittime, secondo quanto auspicato dal Presidente della Repubblica nel suo discorso del ‘Giorno della memoria’ del 9 maggio del corrente anno. Oltre all’Aiviter e alla Direzione Generale per il Cinema il Ministro Bondi ha voluto ringraziare anche il Vice Direttore Generale della RAI Giancarlo Leone, che ha immediatamente aderito al progetto e messo a disposizione le teche della RAI, l’Amministratore Delegato di Raicinema Caterina D’Amico, che curerà la produzione e realizzerà un DVD con contenuti extra da mandare nelle scuole medie inferiori e superiori e nelle università.

Un ultimo ringraziamento alla regista Giovanna Gagliardo e al produttore esecutivo Mario Gianani.

L’auspicio, ha concluso il Ministro Bondi, è quello di portare questo film documentario al Capo dello Stato il 9 maggio del 2009, per celebrare la seconda Giornata della Memoria.

Roma, 17 novembre 2008


COMUNICATO del 24 ottobre 2008
Dopo l’incontro con Sarkozy il caso Petrella resta aperto

Caso Petrella

-> leggi il testo del comunicato (version française)


22 ottobre 2008, Caso Petrella: il Presidente francese Nicolas Sarkozy riceve una delegazione di AIVITER.

AIVITER ALL'ELISEO

Oggi alle ore 17 il Presidente della repubblica francese Nicolas Sarkozy riceve una delegazione dell’associazione italiana vittime del terrorismo (AIVITER) composta da :
- Dante Notaristefano, presidente di AIVITER
- Sabina Rossa, parlamantare italiana figlia del sindacalista Guido Rossa
- Massimo Coco, figlio del magistrato Francesco Coco ucciso insieme agli agenti Deiana e Saponara
- Alberto Torregiani, ferito e figlio del gioiellerie Pierluigi Torregiani
- Luca Guglielminetti, responsabile dei rapporti internazionali di AIVITER

LEGGI  il testo dell’intervento del presidente Notaristefano e
il dossier sul caso Petrella in lingua francese predisposto da AIVITER

AIVITER ringrazia le Associazioni francesi ‘’ Les familles du DC1O d’UTA ‘’, e principalmente il suo Presidente Guillaume Denoix de Saint Marc, insieme a Françoise Rudetzky, di S.O .S. attentats e Huguette Magnis Chomsky del ‘’Mouvment pour la paix et contre le terrorism ‘’ per la solidarietà e il supporto ricevuto sulla questione Petrella.


COMUNICATO del 13 ottobre 2008

IL CASO PETRELLA.
L'estradizione negata.

-> leggi il testo del comunicato (version française)

-> leggi il testo di precisazione dei rapporti con Bruno Berardi e l'Associazione Domus Civitas

-> leggi l'articolo su La stampa del 14/10/2008 "Com'è umano Sarkò con la ex Br"

-> Leggi l'nterpellanza urgente alla Camera del 14/10/2008 a firma: Antonello Soro, Olga D'antona e Sabina Rossa e il resoconto stenografico della seduta n.71 giovedì 23 ottobre 2008 sugli intendimenti del Governo in merito alla mancata estradizione dalla Francia dell'ex terrorista Marina Petrella

L'associazione italiana Vittime del Terrorismo ringrazia per i numerosi messaggi di solidarietà pervenuti sul caso Petrella da:


COMUNICATO del 18 settembre 2008

SOFRI E GLI ALTRI:
testo dell'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo sulla recente polemica nata dall'articolo di Sofri sul Foglio di giovedì 11 settembre

-> leggi il testo


COMUNICATO del 11 settembre 2008.

MARINA PETRELLA. UN CASO
testo dell'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo sul caso dell'ex brigatista scarcerata in Francia lo scorso agosto

-> leggi il testo


Conferenza stampa di presentazione della mostra “Anni di piombo. Le voci delle vittime per non dimenticare"

Lunedì 8 settembre alle ore 11.30, nella Sala Viglione di Palazzo Lascaris, in via Alfieri 15 a Torino, si tiene la conferenza stampa di presentazione della mostra “Anni di piombo. Le voci delle vittime per non dimenticare", promossa dal Consiglio regionale del Piemonte e dall'Associazione Italiana Vittime del terrorismo e dell'eversione contro l'ordinamento costituzionale dello Stato.
La mostra - che si potrà visitare a Palazzo Lascaris da venerdì 12 a sabato 27 settembre - documenta, in 27 pannelli espositivi, gli attentati terroristici compiuti in Italia dal 1969 al 1988 (fotografie e note storiche), con un'appendice sul terrorismo internazionale dal 2001. L'inaugurazione avverrà alle ore 17 di giovedì 11 settembre.
Alla conferenza stampa di presentazione intervengono il presidente del Consiglio regionale Davide Gariglio, il vicepresidente Roberto Placido delegato al Comitato Resistenza e Costituzione, il presidente dell'Associazione Italiana Vittime del terrorismo Dante Notaristefano ed il curatore della mostra Luca Guglielminetti responsabile delle relazioni internazionali dell'Associazione Vittime del terrorismo.


 
-> Leggi l'intervento del curatore
-> Leggi l'intervento del Vicepresidente Della Rocca, all'inaugurazione
-> Leggi l'articolo da La Stampa del 09/09/2008
-> Scarica articolo da La Repubblica de 09/09/08


COMUNICATO STAMPA  del 6 settembre 2008

Nel 2006 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la Strategia Globale per la lotta al terrorismo che, oltre a prevedere una serie di linee guida per contrastare la sfida del terrorismo, definisce anche la volontà “di mettere in atto sistemi nazionali di assistenza ai bisogni delle vittime del terrorismo, dei loro famigliari e facilitare la normalizzazione delle loro vite”. Inoltre di “promuovere la solidarietà internazionale a sostegno delle vittime con il coinvolgimento della società civile nella campagna globale contro il terrorismo e per la sua condanna”.
A distanza di due anni da quella risoluzione, la Segreteria Generale dell'Onu organizza per il 9 settembre prossimo un Simposio di supporto alle vittime del terrorismo che rappresenta il primo atto di riconoscimento a livello internazionale dell’importanza dell’attività e delle politiche di aiuto alle vittime del terrorismo.
L’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (AIVITER) è stata invitata ad intervenire ai lavori e vi parteciperà proponendo il riconoscimento del terrorismo come crimine contro l’umanità e la facoltà giuridica di costituzione di parte civile delle associazioni di vittime, in sede di processi a terroristi.
La partecipazione all'assemblea internazionale è resa possibile dalla collaborazione con l’UNICRI (l’agenzia delle Nazioni Unite con sede a Torino) e dal sostegno della Presidenza della Provincia di Torino.


Info: info@vittimeterrorismo.it


COMUNICATO STAMPA  DEL 28 LUGLIO 2008

OGGETTO:  ATTUAZIONE DELLA LEGGE NUMERO 206/2004 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI

Il giorno 23 c.m. alle ore 16 una delegazione della nostra Associazione, composta dal vice presidente Roberto Della Rocca, dal segretario Bruno Diotti, dal consigliere Alberto Torregiani, unitamente alla delegazione dell’Associazione Unione famigliari vittime per stragi, sono state ricevute a Palazzo Chigi in Roma dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, dott. Gianni Letta.
Nel corso dell’incontro sono state indicate le note innumerevoli criticità applicative della legge a favore delle vittime del terrorismo che di fatto ne stanno impedendo l’attuazione, a quattro anni dalla sua entrata in vigore.
Il Sottosegretario si è impegnato ad approfondire la situazione, dichiarando la disponibilità del Governo a ricercare le possibili favorevoli soluzioni.
Ci riserviamo ulteriori aggiornamenti in merito,

Il Presidente, Dante Notaristefano


conferenza stampa a Roma il 23 luglio 2008

UNIONE FAMILIARI VITTIME PER STRAGI
Associazioni delle stragi di: Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Treno Italicus, Stazione di Bologna del 2 Agosto 80, Rapido 904, Firenze Via dei Georgofili

AIVITER
Associazione Italiana Vittime del terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato

MERCOLEDI' 23 LUGLIO 2008 ALLE ORE 11,00
SALA STAMPA CAMERA DEI DEPUTATI a PALAZZO MONTECITORIO È INDETTA UNA CONFERENZA STAMPA

CHIEDIAMO L'IMPEGNO DI TUTTI I PARLAMENTARI SU I SEGUENTI TEMI:

1) ABOLIZIONE DEL SEGRETO DI STATO NEI DELITTI DI STRAGE E TERRORISMO
2) ATTUAZIONE COMPLETA DELLA LEGGE 3 agosto 2004. n.206 e successive modifiche
3) PARIFICAZIONE DEI TRATTAMENTI RISARCITORI
4) INFORMATIZZAZIONE ATTI PROCESSUALI
5) INFORMATIZZAZIONE DI TUTTI GLI ATTI ACQUISITI DALLA COMMISSIONE STRAGI DALLA SUA ISTITUZIONE AD OGGI
6) CONTRIBUTI PUBBLICI ALLE ASSOCIAZIONI
7) REATO DI DEPISTAGGIO
8) MODIFICA COSTITUZIONALE SUL GIUSTO PROCESSO
9) LEGGE QUADRO PER L'ASSISTENZA, IL SOSTEGNO E LA TUTELA DELLE VITTIME DEI REATI
10) OSSERVATORIO SULLE VITTIME

SARANNO PRESENTI RAPPRESENTANTI DELLE ASSOCIAZIONI
SI INVITANO I PARLAMENTARI DI TUTTI I PARTITI A PARTECIPARE

Per l'Associazione Unione Familiari Vittime per stragi
Il Presidente, Paolo Bolognesi

Per L'AIVITER
Il Vice Presidente, Roberto della Rocca


COMUNICATO DEL 7 LUGLIO 2008

NUOVO ORGANIGRAMMA DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA VITTIME DEL TERRORISMO

L’Associazione Italiana Vittime del terrorismo - AIVITER - è attiva dal 1985 in rappresentanza delle vittime individuali del terrorismo e dei loro familiari. I suoi iscritti sono cittadini appartenenti ad ogni categoria sociale - operai, impiegati, dirigenti, magistrati, giornalisti, politici, militari, ecc. - tutti purtroppo vittime dirette di fatti di terrorismo e/o loro famigliari.
L’Associazione è stata retta dalla sua fondazione da Maurizio Puddu, scomparso nel 2007. Nel solco della sua attività e dei suoi insegnamenti, negli ultimi mesi AIVITER ha aggiornato il suo Statuto, organizzandosi – oltre che nella sede nazionale di Torino - anche su basi territoriali ed ora esistono già centri dell’Associazione a Milano e a Genova, mentre altri si vanno costituendo.
Il 23 giugno il Consiglio Direttivo ha proceduto alla nomina delle cariche statutarie con deleghe rispondenti alla nuova organizzazione dell’Associazione.
Comunichiamo quindi il nuovo organigramma di AIVITER:
Dante Notaristefano, presidente dell’Associazione.
Roberto Della Rocca, vice presidente e portavoce ufficiale, con deleghe per gli interventi legislativi, i rapporti istituzionali e i collegamenti con le altre Associazioni.
Bruno Diotti, segretario e tesoriere, con delega per l’assistenza pensionistica in Piemonte.
Dante Notaristefano, Roberto Della Rocca e Bruno Diotti costituiscono l’Ufficio di Presidenza, un esecutivo a cui sono demandati gli interventi urgenti.
Componenti del Direttivo: Giovanni Berardi, Enrico Boffa, Roberto Della Rocca, Bruno Diotti, Antonio Iosa, Dante Notaristefano, Sergio Palmieri, Alberto Torregiani.

La Segreteria dell’Associazione


Il sacrificio di Taliercio tra memoria e silenzio

Il 5 luglio di ventisette anni fa veniva ucciso dalle Brigate Rosse l'ing. Giuseppe Taliercio , il direttore del Petrolchimico di Porto Marghera che era stato rapito da un commando 46 giorni prima nella sua abitazione di via Milano. Il dirigente venne letteralmente strappato dai brigatisti ai familiari che non l'avrebbero più rivisto. Il corpo venne fatto trovare nella zona industriale, a breve distanza dal Petrolchimico. Di quella tragica vicenda, una delle più brutali della sanguinaria storia del terrorismo rosso, pubblichiamo una riflessione dell'autrice del libro "Ricordi di piombo".

-> Leggi l'articolo di Silvia Moscati


Caso Miglietta, non c’è perdono senza memoria del passato (aprile 2008)


Celebrazione al Quirinale del "Giorno della memoria" delle vittime del terrorismo e delle stragi

Venerdì 9 maggio si celebra per la prima volta al Quirinale il "Giorno della memoria", istituito con la legge n. 56 del 4 maggio 2007, simbolicamente nella ricorrenza dell'assassinio dell'on. Aldo Moro, "al fine di ricordare tutte le vittime del terrorismo, interno e internazionale, e delle stragi di tale matrice".
Per l'occasione la Presidenza della Repubblica ha realizzato il volume "Per le vittime del terrorismo nell'Italia repubblicana", edito dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, con l'intento di "rendere omaggio, nel modo più solenne, a tutti coloro - fossero essi semplici cittadini, umili e fedeli servitori dello Stato, o protagonisti della storia repubblicana, come lo fu l'on. Aldo Moro - che in quel contesto pagarono col sacrificio della loro vita i servigi resi alle istituzioni repubblicane", come si legge nella prefazione scritta dal Capo dello Stato.
La cerimonia al Quirinale - preceduta dalla deposizione da parte del Capo dello Stato di una corona di fiori in via Caetani davanti alla lapide che ricorda il sacrificio dell'on. Moro - vede la partecipazione di numerosi familiari di vittime di atti di terrorismo e verrà condotta dal giornalista Mario Calabresi, figlio del commissario Luigi, autore del libro "Spingendo la notte più in là". Sono previsti gli interventi di: Paolo Bolognesi, Presidente dell'"Associazione familiari strage di Bologna" a nome del coordinamento di tutte le associazioni dei familiari di vittime delle stragi; Anna Ceraso, studentessa del Liceo classico "Arnaldo" di Brescia per il progetto "Memoria" in cui sono impegnati gli studenti della città della strage di Piazza della Loggia; Giovanni Berardi, Presidente dell'"Associazione italiana vittime del terrorismo e dell'eversione contro l'ordinamento costituzionale dello Stato", in rappresentanza delle famiglie delle vittime del dovere (Forze dell'ordine, magistrati, funzionari dello stato e civili); Agnese Moro nel trentesimo anniversario dell'assassinio dello statista della DC e degli agenti della sua scorta.
Nel corso della cerimonia Arnoldo Foà leggerà dei brani tratti da articoli e discorsi di Aldo Moro.
Dopo l'intervento del Presidente della Repubblica, il Maestro Salvatore Accardo eseguirà un concerto in omaggio per tutte le vittime del terrorismo.


comunicato  PER IL 9 maggiO

LE SOTTOELENCATE ASSOCIAZIONI DELLA MEMORIA RIUNITESI IL 4 MAGGIO 2008 A PESCARA e AD ARI-PAESE DELLA MEMORIA:

RINNOVANO LA SODDISFAZIONE PER LA LEGGE 56/08 APPROVATA A STRAGRANDE MAGGIORANZA DAL PARLAMENTO ITALIANO CHE HA ISTITUITO IL 9 MAGGIO GIORNATA NAZIONALE DELLA MEMORIA PER LE VITTIME DEL TERRORISMO E DELLE STRAGI DI TALE MATRICE ED ESPRIMONO GRATITUDINE AL CAPO DELLO STATO E A TUTTE LE ISTITUZIONI CHE SI APPRESTANO A CELEBRARLA.

TALE RICORRENZA CONFERMI SOLENNEMENTE OGNI ANNO CHE LA MEMORIA DEI TANTI MAGISTRATI, GIORNALISTI, TUTORI DELL’ORDINE, GIURISTI, CITTADINI VITTIME DEL TERRORISMO E DELLE STRAGI E’ PREZIOSO PATRIMONIO DI TUTTI
IL RICORDO DEL LORO SACRIFICIO E IL LUTTO DELLE FAMIGLIE SIANO MONITO PERENNE PERCHE’ MAI PIU’ POSSA RE-INSINUARSI, COME FU IN PASSATO, LA BARBARA IDEA CHE LA VIOLENZA, L’ODIO E IL TERRORE POSSANO ESSERE STRUMENTO DI LOTTA SOCIALE E POLITICA.

ESSA SIA EDUCAZIONE CONTINUA, SOPRATTUTTO PER I GIOVANI, CHE SOLO I VALORI DI LEGALITA’, IMPEGNO, RISPETTO RECIPROCO, SOLIDARIETA’ SONO I PILASTRI FONDAMENTALI SU CUI COSTRUIRE, COL CONTRIBUTO DI TUTTI, UNA SOCIETA’ VERAMENTE DEMOCRATICA E LIBERA.

LE ASSOCIAZIONI, RICHIAMANDOSI AL RECENTE APPELLO DEL CAPO DELLO STATO AFFINCHE’ : “.. CI SIA IN OGNI SEDE RISPETTO ALLA MEMORIA DELLE VITTIME E AL DOLORE DEI FAMILIARI- CHE DI CIO’ SI TENGA CONTO SUL PIANO DELL’INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE TELEVISIVA- CHE IL LEGITTIMO REINSERIMENTO NELLA SOCIETA’ DEI COLPEVOLI DI TERRORISMO CHE ABBIANO REGOLATO I LORO CONTI CON LA GIUSTIZIA SIA SEMPRE ACCOMPAGNATO DA COMPORTAMENTI ISPIRATI ALLA MASSIMA DISCREZIONE E MISURA..”
AUSPICANO CHE POSSA AVVIARSI, IN UN QUADRO CERTO DI GIUSTIZIA, VERITA’ E ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA’, UN CLIMA DI CONFRONTO CIVILE E COSTRUTTIVO PER UNA CONVIVENZA SOCIALE SANA, MATURA E DEMOCRATICA, PREMESSA PER UNA RICOSTRUZIONE STORICA EQUILIBRATA.

CONFIDANO CHE LE ISTITUZIONI COMPETENTI

- DIANO PRONTA ATTUAZIONE ALLA RECENTE NORMATIVA SULL’ABOLIZIONE DEL SEGRETO DI STATO PER I DOCUMENTI ANTERIORI A TRENT’ANNI RELATIVI AI DELITTI DI TERRORISMO E DI STRAGE;
- ESERCITINO LA MASSIMA VIGILANZA SULLA FUNZIONALITA’ DEMOCRATICA DELLE NUOVE STRUTTURE DEI SERVIZI SEGRETI E DEI LORO RESPONSABILI, AFFINCHE’ NON SI RIPETANO LE GRAVI DEVIAZIONI DEL PASSATO;
- SOSTENGANO IN MANIERA CONCRETA LE INIZIATIVE AVVIATE DALLA“RETE DEGLI ARCHIVI PER NON DIMENTICARE” PER LA TUTELA, ACCESSIBILITA’ E VALORIZZAZIONE DEI DOCUMENTI D’INTERESSE PER LE TEMATICHE IN OGGETTO E PER LA RELATIVA DIDATTICA NELLE SCUOLE (SI VEDA DOCUMENTO ALLEGATO);
-AGEVOLINO ANCHE CON CONTRIBUTI PUBBLICI LE ASSOCIAZIONI PIU’ RAPPRESENTATIVE DELLA MEMORIA PERCHE’ POSSANO TESTIMONIARE CON TRASPARENTI ADEGUATE INIZIATIVE IL VALORE DELLA MEMORIA NELLE SCUOLE E NELLA SOCIETA CIVILE;
- SI IMPEGNINO AFFINCHE’ VENGA APPROVATA DAL PARLAMENTO LA LEGGE QUADRO PER LE VITTIME DI REATO, E SI INTRODUCA LA MODIFICA DELL’ART. 111 DELLA COSTITUZIONE (DETTO ‘DEL GIUSTO PROCESSO’) INSERENDO I DIRITTI DELLE VITTIME, AFFINCHE’, PARAFRASANDO ALTRA FRASE PIU’ NOTA, “NESSUNO DIMENTICHI ABELE”.

LE ASSOCIAZIONI:

- ASSOCIAZIONE ITALIANA VITTIME DEL TERRORISMO
- ASSOCIAZIONE DEI FAMILIARI DELLE VITTIME STRAGE ALLA STAZIONE DI BOLOGNA
- CASA DELLA MEMORIA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA A BRESCIA
- ASSOCIAZIONE EMILIO ALESSANDRINI
- FONDAZIONE CARLO PERINI
- ASSOCIAZIONE MEMORIA CONDIVISA (FOGGIA)
- RETE DEGLI ARCHIVI PER NON DIMENTICARE


22 aprile 2008: Lettera aperta a Sua Eminenza
Cardinale Angelo Bagnasco

In relazione alla una conferenza di Fulvia Miglietta dal titolo “Dal terrorismo al Cristo”, organizzata dalla Curia di Genova:


COMUNICATO DELL'8 APRILE 2008

Apprendiamo dalla Stampa che la presidenza della Commissione Mitrokhin ha acquisito tutta la documentazione della Commissione Stragi, compresa la documentazione sul caso Moro, secretandone il contenuto.
Il tutto, se risponde a verità, è sconcertante e vergognoso, la Commissione Stragi aveva deliberato di rendere pubblica tutta la documentazione in suo possesso e artatamente la Commissione Mitrokhin vi ha posto il segreto.
Uno schiaffo al desiderio di verità che su tutte le questioni relative al terrorismo è ben lontana dall'essere accertata.
Invitiamo il Parlamento che uscirà dalle elezioni del 13 e 14 aprile ad intervenire per garantire la totale trasparenza di quegli atti, che sulla base della legge n. 124 del 3 agosto 2007 non possono restare secretati.

Per l'Associazione Unione Familiari Vittime per stragi
Il Presidente
Paolo Bolognesi

Per l'Associazione Italiana Vittime del Terrorismo
Il Presidente
Giovanni Berardi


LETTERA E DOCUMENTO AI CANDIDATI PREMIER ALLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE

Unione vittime per stragi
(Associazioni delle stragi di: Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Treno Italicus, Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980, Rapido 904, Firenze Via dei Georgofili),

Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (AIVITER)

Nell’approssimarsi delle elezioni, le nostre associazioni hanno elaborato il documento in allegato che rappresenta una sintesi programmatica di istanze di cui da anni sono promotrici.
Ci auguriamo che dette istanze vengano finalmente recepite e inserite nell’ambito dei vostri programmi per la prossima legislatura, al fine di assicurarne una giusta attuazione.
Distinti saluti

Per Unione Vittime stragi
Il Presidente
Paolo Bolognesi

Per Associazione Italiana Vittime del Terrorismo
Il Presidente
Giovanni Berardi

-> Leggi il documento di sintesi programmatica


Modulo di Adesione per la Cerimonia del Giorno della Memoria delle vittime del terrorismo e delle Stragi che si terrà a Roma il 9 maggio prossimo presso la Presidenza della Repubblica

-> Scarica il Modulo


"Errore aver candidato la moglie di D'Elia"

• da La Repubblica del 18 marzo 2008, pag. 15

di Micol Lavinia Lundari

Le loro richieste «sono le stesse di sempre». Le ripropongono alla vigilia di nuove elezioni perché si trasformino in proposte di legge. Ma soprattutto in «cose concrete». L'Unione vittime per le stragi e l'Associazione italiana vittime del terrorismo stilano un programma di dieci punti da sottoporre ai candidati parlamentari. E assicurano: «Renderemo noto ai cittadini il nome di chi lo sottoscriverà». Intanto polemizzano sulla candidatura della moglie di Sergio D'Elia, ex Prima Linea, messa in lista dal Pd in Basilicata. «Speriamo proprio che non venga eletta» taglia corto il presidente Paolo Bolognesi. Abolizione del segreto di Stato nei delitti di strage e terrorismo, attuazione completa della legge 206 sui risarcimenti, istituzione del reato di depistaggio e una modifica della legge sul «giusto processo» che preveda anche la tutela delle vittime di reato, segnali precisi nei programmi elettorali contro la mafia: temi per i quali le due associazioni si sono battute per anni, salvo constatare troppe volte che le proposte di legge avanzate da esponenti di destra e sinistra si sono arenate in Parlamento. E per evitare che questo accada di nuovo il presidente dell'Unione vittime per stragi, Bolognesi, ribadisce: «Non ci si può liberare dell'impegno assunto nel momento in cui si presentano le leggi. Sono anni che le leggi rimangono ferme alla Camera e al Senato. Voglio un impegno fattivo». E pretende anche un esame di coscienza a fine mandato: «Se la legge non passa per i politici dev'essere uno smacco».

Un discorso schietto, pronunciato ieri a Bologna. Ad ascoltarlo solo candidati del centrosinistra, nessun esponente del centrodestra: «Un rammarico» per Katia Zanotti della Sinistra Arcobaleno, «anche perché in Parlamento siamo riusciti a lavorare con una certa trasversalità». I rappresentanti del Pd assicurano il loro impegno, ricordando anche, come fa il senatore Walter Vitali, i successi raggiunti nell'ultima legislatura: «La riforma dei servizi segreti, presentata nel 1984 e diventata legge in luglio, e l'istituzione della giornata della memoria del 9 maggio», anniversario del ritrovamento del corpo di Aldo Moro in via Caetani.

Segnali importanti, ma è ancora poco, secondo le due associazioni. Troppo poco, a trent'anni dalle stragi che insanguinarono il nostro Paese. Le associazioni delle vittime chiedono un impegno forte e condannano, allo stesso tempo, un nome iscritto nelle liste. Si tratta di Elisabetta Zamparutti, che correrà per il Pd in Basilicata: è la moglie di D'Elia, ex esponente di Prima linea e che nella scorsa legislatura, eletto con la Rosa nel pugno, è stato segretario alla presidenza di Monteci­torio. «Le colpe dei mariti non devono ricadere sulle mogli — precisa Giovanni Berardi, presidente dell'Associazione italiana vittime del terrorismo — ma siamo contrari alla sua candidatu­ra per una questione di opportunità: il terrorismo non è finito, come dice lei, per il ruolo dei dissociati, ma perché la società l'ha espulso».


IV GIORNATA EUROPEA DELLE VITTIME DEL TERRORISMO

 

L’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo, con il patrocinio di Comune e Provincia di Torino, celebrerà l'8 Marzo 2008 alle ore 10,00 la Giornata Europea delle Vittime del Terrorismo con una SS Messa officiata presso la Gran Madre di Dio a Torino in suffragio di tutte le vittime.  
Co-officeranno: Ugo Amparone, cappellano militare del CC, Mons. Ravotti, cappellano militare della GdF e Don Federico Crivellari, cappellano militare della PS.

Inoltre,
La Rete Europea delle Vittime del Terrorismo, con l’appoggio della Commissione Europea, vi invita a partecipare al primo
tributo virtuale in memoria e ricordo delle vittime del terrorismo
Il tributo virtuale si realizzerà con la partecipazione di tutti i paesi europei mediante la visita del sito web:

www.giornatadellamemoria.net

Partecipate con noi al questo tributo con un semplice clic (n.b.: solo il giorno 11 marzo!) ed aiutateci a diffondere questo evento inviando questo messaggio a tutti i contatti della vostra agenda.

Grazie per il vostro appoggio!

-> Leggi il comunicato stampa


8 marzo 2008:

Inviati messaggi di solidarietà ai familiari delle vittime attraverso le associazioni amiche di Spagna ed Israele, a seguito degli attentati di Modragon e Gerusalemme.

La Asociación Italiana de las Víctimas del Terrorismo y de la Eversión contra el Ordenamiento Constitucional del Estado condena l'atentado terroristico por ETA en Modragon.

La Asociación quisiera transmitir los sentimientos de su más profunda solidaridad con la familia de la víctima, l' ex concejal socialista Isaías Carrasco.

Giovanni Berardi e Luca Guglielminetti

The Italian Association of the Victims of the Terrorism condemns the terrorist carnage in Jerusalm on Thursday last.

The Association wants to convey the feelings of its deeper solidarity and its close proximity to the families of the victims: eight innocent students deprived of their life.

Giovanni Berardi e Luca Guglielminetti


19 febbraio: Comunicato

Unione vittime per stragi
(Associazioni delle stragi di: Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Treno Italicus, Stazione di Bologna del 2 Agosto 1980, Rapido 904, Firenze Via dei Georgofili),

Associazione Italiana Vittime del Terrorismo

Le nostre Associazioni, composte da persone colpite negli affetti più cari dal terrorismo e dall’ eversione mafiosa, nell’avvicinarsi delle elezioni politiche che si terranno il 13 e 14 aprile prossimo, chiedono a tutte le formazioni politiche di non includere nelle loro liste, condannati per terrorismo, eversione e mafia.
I Familiari delle vittime non debbono essere ulteriormente offesi ed umiliati.
Non è giustificabile in nessun modo che avvenga una tale rimozione della memoria sui fatti che hanno sconvolto la vita del nostro Paese.

Per l’Associazione Unione Familiari Vittime per stragi
Il Presidente, Paolo Bolognesi

Per l’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo
Il Presidente, Giovanni Berardi


18 febbraio 2008

L'associazione ha inviato un messaggio di cordoglio al Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Italiano per l'uccisione del maresciallo Giovanni Pezzulo, in Afghanistan il 13 febbraio scorso.


La ribalta degli ex terroristi. Lettera Aperta di Benedetta Tobagi

Dal Sole24Ore del 15/02/2008

-> Leggi il testo


9 - 11 Febbraio: iniziative a Milano

-> Leggi il testo  della lettera di invito alle iniziative della Sezione della Regione Lombardia della nostra Associazione


Intervento di Gianni Berardi al Congresso di Madrid

del 22 e 23 gennaio 2008

-> Leggi il testo


22 gennaio 2008, dal Corriere della Sera
 

Il caso. La Ronconi si era già dimessa da consulente di Ferrero
Fondi al progetto dell' ex Br, Bufera sulla Provincia di Lodi
I familiari delle vittime: basta aiuti a chi è stato terrorista

MILANO - Con i soldi, 60 mila euro, della Regione Lombardia (centrodestra), la Provincia di Lodi (centrosinistra) affiderà all' ex terrorista Susanna Ronconi (Brigate Rosse e Prima Linea) il progetto «Lavoro debole» per l' inserimento nel mondo del lavoro di detenuti ed ex detenuti presenti sul territorio lodigiano. Progetto a cui Ronconi collaborerà in veste di consulente tramite l' associazione «Lo scarcere», a sua volta diretta da un' altra protagonista degli anni di piombo, Maria Grazia Grena, ex Comunisti organizzati per la liberazione del proletariato. «La segnalazione è arrivata da alcuni lodigiani indignati per la presenza della Ronconi», denuncia Giovanni Berardi dell' Associazione italiana vittime del terrorismo. «È incredibile, lo Stato continua a dare più opportunità agli ex terroristi che alle loro vittime. Questa notizia è una nuova offesa e un' ulteriore sofferenza per tutti noi. La Ronconi è stata fatta uscire dalla porta per farla rientrare dalla finestra». Berardi si riferisce a quando, un anno fa, il ministro della Solidarietà Sociale Paolo Ferrero chiamò Susanna Ronconi a far parte della Consulta nazionale sulle tossicodipendenze. Il centrodestra insorse creando un caso nazionale, costringendo la Ronconi a dimettersi dall' incarico e la Procura di Roma ad aprire un' indagine su Ferrero in quanto la designazione risultava «illegittima» dato che l' ex terrorista è interdetta dai pubblici uffici Ora, in Lombardia, lo stesso centrodestra finanzia il progetto di Susanna Ronconi: «Noi abbiamo solo il compito di accertare i contenuti del progetto non di valutare a chi vengono affidate le consulenze», si giustifica Gianni Rossoni, assessore regionale forzista che segue il progetto «Lavoro debole». Mentre Mauro Soldati (Partito Democratico), assessore alle politiche sociali della Provincia di Lodi cerca di gettare acqua sul fuoco («Sì, c' è il nome della Ronconi, ma stiamo decidendo in questi giorni le consulenze») e rimanda al committente: «Chi se ne occupa è Rossoni». «Noi abbiamo il massimo rispetto per le vittime del terrorismo, proviamo imbarazzo nei loro confronti, ma Susanna Ronconi è una persona molto competente», dice Maria Grazia Grena. Troppo clamore sulla vicenda potrebbe danneggiare l' attività della sua associazione «Lo scarcere»: «Capisco la reazione di queste persone ma Susanna ha pagato e scontato la propria pena e ha dato prova di essersi inserita nella società. E per aiutare chi sta in carcere nessuno ha più titolo di chi quell' esperienza l' ha vissuta direttamente».

Rizzo Roberto


Gennaio 2008

Testo del nuovo Statuto dell'Associazione che sarà discusso in occasione dell'Assemblea del 19 gennaio 2008.

-> Leggi il testo dello Statuto

-> Scarica Lettera di convocazione


 

SEZIONI
Storia e presentazione dell'Associazione Storia e presentazione dell'Associazione / Our Association history Memorie e schede delle vittime Memorie e schede delle vittime / Italian victims of terrorism data base
Archivio dei documenti dell'Associazione Archivio dei documenti, foto, didattica e link
/ Archives, didactics and links
Iniziative ed eventi dell'Associazione Iniziative, eventi e comunicati stampa
/ Events and press
Torna in alto - Sponsor dell'Associazione / Our sponsor -  Home page
Partner of the European Network of Victims of the Terrorism (NAVT), partner del Radicalisation Awareness Network (RAN), partecipant of the Global Counterterrorism Forum (GCTF) and Member of International Alliance Against Terrorism (IAAT)

Creative Commons License
Sito internet AIVITER by Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.vittimeterrorismo.it.