AIVITER Home page
 

 

 

Schede/1980/ALA



Carlo Ala

 


La Stampa del 2 febbraio 1980

 


L'infermeria bruciata della Framtek, dopo l'attentato

 
(cognome, nome e professione) Carlo Ala, sorvegliante alla Framtek di Settimo T.se
(luogo e date di nascita) Nato nel 1921
(luogo e date dell'attentato)  Settimo T.se (To), 31 gennaio 1980
(luogo e date di morte)  Settimo T.se (To), 31 gennaio 1980
(descrizione attentato) La sera del 31 gennaio 1980, alle 21,50, è appena arrivato il bus che ha accompagnato i 40 operai del turno di notte alla Framtek.   Nella guardiola dello stabilimento ci sono Carlo Ala ed il collega Giovanni Pegorin. Vi sono inoltre l’autista dell’autobus, De Marchi, e Mario Lutri, agente dell’istituto di sorveglianza “Orione”. Dal buio escono quattro individui armati che prendono in ostaggio i sorveglianti e li spingono nella guardiola. Sbucano altri due terroristi: si dirigono verso l’infermeria e lanciano delle bottiglie incendiarie che esplodono. Oltre la parete di fondo c’è la centralina del metano che potrebbe innescare lo scoppio degli altiforni della Framtek.
I terroristi tornano alla guardiola e fanno sdraiare Ala e portano Pegorin dietro i bagni, infine sparano 10 colpi che crivellano il corpo di Carlo Ala e feriscono Giovanni Pegorin. Carlo Ala muore dissanguato mentre arriva in ospedale. Lascia la moglie e le figlie Cristina di 26 anni, Caterina di 24 e Maria Pia di 21. 
Il commando di brigatisti riesce a fuggire su due auto inseguite dai colpi di pistola dell’agente Lutri che reagisce dopo essersi ripreso dallo smarrimento.
Carlo Ala è il primo operaio  del gruppo Fiat a cadere assassinato da terroristi.
(biografia) -
(rivendicazione, autori) “Siamo un gruppo di fuoco comunista” è ciò che dichiara il commando durante l’assalto alla Framtek. L’azione viene rivendicata dai Nuclei Comunisti Territoriali.
(stato processuale) -
(status famigliari) -
(note) -  

 

SEZIONI
Storia e presentazione dell'Associazione Storia e presentazione dell'Associazione / Our Association history Memorie e schede delle vittime Memorie e schede delle vittime / Italian victims of terrorism data base
Archivio dei documenti dell'Associazione Archivio dei documenti, foto, didattica e link
/ Archives, didactics and links
Iniziative ed eventi dell'Associazione Iniziative, eventi e comunicati stampa
/ Events and press
Torna in alto - Sponsor dell'Associazione / Our sponsor -  Home page
Partner of the European Network of Victims of the Terrorism (NAVT), partner del Radicalisation Awareness Network (RAN), partecipant of the Global Counterterrorism Forum (GCTF) and Member of International Alliance Against Terrorism (IAAT)

Creative Commons License
Sito internet AIVITER by Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.vittimeterrorismo.it.