AIVITER Home page
 

 

 

Schede/1979/LEANDRI



Leandri

 
(cognome, nome e professione) Leandri Antonio, impiegato
(luogo e date di nascita) Roma, 13 giugno 1955
(luogo e date dell'attentato)  Roma, 17 dicembre 1979
(luogo e date di morte)  Roma, 17 dicembre 1979
(descrizione attentato)
Antonio Leandri, impiegato di 24 anni, fu ucciso per uno scambio di persona da appartenenti alla formazione terroristica di estrema destra denominata “ Nuclei Armati Rivoluzionari” (NAR). Quattro di essi furono arrestati dalla Polizia subito dopo l'agguato. Un altro, che era riuscito a fuggire, fu successivamente individuato e, al pari dei complici, condannato. Stando agli esiti processuali, Leandri era stato scambiato per un avvocato romano, entrato nel mirino dei NAR perché ritenuto responsabile della cattura, avvenuta anni prima, di uno dei “leaders” carismatici della estrema destra eversiva.
(biografia) -
(rivendicazione, autori) L'azione è compiuta dai NAR "Nuclei Armati Ploretari"
(stato processuale) -
(status famigliari) -
(note) -

 

SEZIONI
Storia e presentazione dell'Associazione Storia e presentazione dell'Associazione / Our Association history Memorie e schede delle vittime Memorie e schede delle vittime / Italian victims of terrorism data base
Archivio dei documenti dell'Associazione Archivio dei documenti, foto, didattica e link
/ Archives, didactics and links
Iniziative ed eventi dell'Associazione Iniziative, eventi e comunicati stampa
/ Events and press
Torna in alto - Sponsor dell'Associazione / Our sponsor -  Home page
Partner of the European Network of Victims of the Terrorism (NAVT), partner del Radicalisation Awareness Network (RAN), partecipant of the Global Counterterrorism Forum (GCTF) and Member of International Alliance Against Terrorism (IAAT)

Creative Commons License
Sito internet AIVITER by Associazione Italiana Vittime del Terrorismo e dell'Eversione Contro l'Ordinamento Costituzionale dello Stato is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at www.vittimeterrorismo.it.